vita da librai

Di lavoro, leggo: il corso di NNEditore per noi

Quando scopri che si terrà un corso di formazione dal titolo “Di lavoro, leggo”, se sei un libraio non puoi non drizzare le orecchie.

Quando vedi che è una idea di NNEditore, cioè la casa editrice che ha portato in Italia Kent Haruf ed il mondo di Holt (per citare il loro più grande successo, fino ad oggi), dopo la curiosità arriva anche l’attenzione.
Ci è bastato leggere chi avrebbe fatto cosa, per iscriverci.
Noi di lavoro non leggiamo, anche se nell’immaginario comune i librai sono persone fortunate che leggono buoni libri sorseggiando una tazza di té.
Noi per lavoro vendiamo libri, e questo corso nasceva per rispondere a delle nostre necessità: come fare una buona presentazione? Come comunicare al meglio il nostro amore per i libri, e quello che facciamo, tramite i social e le nuove tecnologie?
Aggiungiamoci poi che il corso Di lavoro, leggo si teneva in una villa settecentesca, Villa Mirra a Cavriana, tra Desenzano e Mantova.
Una villa antica, tanti colleghi, la bellezza e la calma della campagna lombarda in autunno: un sacco di ragioni per farci chiudere per ben due giorni di fila la libreria e partire.
Il nume tutelare, il Grande Vecchio che tirava le fila era Fabio – vengo da Holt – Cremonesi: l’uomo che in questi anni ha portato in Italia, traducendolo, Kent Haruf ed il suo Colorado polveroso, la saga che ha portato all’attenzione del grande pubblico NNEditore.
Lui ci ha presentato il corso e ci ha dato un quadro preciso dell’universo editoriale, donandoci una casistica delle librerie che abbiamo già fatto nostra.

La Libreria Nuova Avventura non è una libreria di catena, non è in franchising, non è una libreria tradizionale, dove si aspetta che il cliente entri e scelga.
Siamo una libreria di proposta, dove vi ascoltiamo, vi consigliamo, vi proponiamo e vi aiutiamo nel trovare il libro che più potrebbere fare per voi.

(La definizione ci è piaciuta un sacco, dovremmo farci delle magliette…)
La bellezza del corso è stata nel suo pragmatismo: tre moduli, una parte teorica e successivamente una pratica, in modo da mettere subito in pratica quello che si è ascoltato.
Sara Sullam ha illustrato cosa significhi essere un lettore editoriale: per chi non lo sapesse, come noi, è la figura professionale che legge i manoscritti che arrivano alle case editrici e li analizza per come sono, con punti di forza, di debolezza e, in certi casi, offre anche un giudizio sopra.
Chiara Beretta Mazzotta è da anni sul web Bookblister: donna poliedrica, dinamica, scattante e senza fronzoli (una insegnante perfetta!) ha curato la parte sull’uso del web legato al mondo del libro. Puntare su Youtube? Come fare un buon video? Conoscete i podcast? Come scrivere un post efficace, su un blog o su facebook?
Davide Ferraris è il libraio della Libreria Therese a Torino: ha condiviso con noi anni di mestiere e presentazioni alle spalle per raccontarci come rendere l’incontro tra un autore ed il pubblico che viene ad ascoltarlo una esperienza piacevole e soddisfacente per tutti. Sembra facile, ma non lo è.

NNEditore ha scelto tre aspetti del mondo del libro diversi e tre professionisti gentili, spigliati, alla mano e per nulla cattedratici che hanno condiviso con noi quanto sanno e quanto hanno appreso.

Ci sarebbero poi tante altre cose da dire: Di lavoro, leggo è stato anche, come dovrebbero essere questi incontri, un tuffo in storie personali e professionali diverse, una continua scoperta di persone che declinano, ognuno a modo proprio, ognuno con una sua peculiarità, la follia di volere lavorare e vivere con i libri.
Di sicuro non possiamo non citare Giulia, colei che ha gestito la parte organizzativa nei mesi precedenti, e noi in queste settantadue ore. Sopravvivendo ad esse, aggiungo: mica semplice tenere sotto controllo una quarantina di persone che sciamano per le vie di Cavriana e per le sale di Villa Mirra, e riuscire nel contempo a farci delle bellissime foto.

Se dovessimo sintetizzare Di lavoro, leggo in tre parole, tre come i moduli del corso sarebbero sicuramente: formativo, stimolante, divertente.

Non si poteva chiedere di più, se non: “a quando il prossimo?”

2 pensieri su “Di lavoro, leggo: il corso di NNEditore per noi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *