vita da librai

I libri più letti nell’estate 2018

Ora che l’estate sta finendo (citazione d’obbligo) possiamo andare a vedere quali sono stati i libri più letti nell’estate 2018.
Almeno qui da noi, naturalmente!
Anche questa è stata una estate piena ed impegnativa, all’insegna di tante presentazioni, che restano sempre il modo migliore e più diretto per fare conoscere libri ed autori al pubblico.
Inoltre, per tutto agosto, abbiamo voluto lasciare in vetrina solo i nostri libri per l’estate: quelli letti, che ci sono piaciuti e che pensiamo possano piacere al nostro pubblico.

La classifica che segue, quella dei libri più letti nell’estate 2018, a vederla nasce proprio così: in parte data dalle nostre presentazioni, in parte dai nostri consigli e in parte, come ovvio che sia, legata ai libri di cui si sente parlare di più perchè collegati a premi letterari nazionali.

La ragazza con la Leica, Helena Janeczek, Guanda

Non è vero che i premi letterari non servono a niente. Basta siano dati con giudizio. Il Premio Strega di quest’anno ha premiato per la prima volta dopo 15 anni una donna, mettendo al centro dell’attenzione la storia di una giovane donna, di una giovane artista, di una brillante fotografa vissuta nei anni turbolenti Anni Trenta del Ventesimo secolo. Il libro da noi in libreria è stato oggetto di molta discussione: alcuni lo hanno trovato eccellente ed appassionanti, altri decisamente meno. Ma una delle cose belle di una piccola libreria è riuscire avere sempre il polso nei gusti dei propri clienti.

Come una famiglia, Giampaolo Simi, Sellerio

Uno dei libri che più ci è piaciuto quest’anno, che abbiamo presentato con grande piacere e soddisfazione, e che tanto abbiamo consigliato. Giampaolo Simi anno dopo anno si riconferma sempre più appassionante nei suoi Noir ambientati in Versilia. E intanto il Libraio è perdutamente innamorato di Nora Beckford!

Penelope poirot e l’ora blu, Becky Sharp, Marcos y Marcos

Tra i monti del Casentino, sulle scogliere di Portofino oppure ai bordi dei laghi tra Liguria e Piemonte, non è estate alla Libreria Nuova Avventura senza Penelope Poirot, Velma Hamilton ed i loro casi. Nei loro viaggi italiani incontrano, e affrontano, una varia umanità che Becky Sharp tratteggia con la sua deliziosa quanto affilata scrittura.

Il metodo Catalanotti, Andrea Camilleri, Sellerio

Montalbano sugnu! Quando arriva Camilleri con il suo commissario non ce n’è per nessuno, e noi non avevamo dubbio sarebbe stato tra libri più letti nell’estate.

Heidi, Francesco Muzzopappa, Fazi

Avere Francesco Muzzopappa a cena e poi una presentazione è una delle cose più piacevoli che possa capitare a un libraio. Si ride ma la risata non è mai sguaiata, bensì è intelligente e corrosiva come il miglior umorismo, mai volgare, a cui questo autore e amico ci ha abituato.

Le stelle dei Bassani Cavanna, Cesare Bassani, Leucotea

Una storia che parte da Borgotaro, appena al di là del Passo della Cisa, per arrivare fra noi a Carrara, spaziando dall’Italia unita fino alla ricostruzione del dopoguerra. Un racconto dove l’impegno civile si alterna alla magia per darci un quadro nitido del nostro recente passato.

A bocce ferme, Marco Malvaldi, Sellerio

Vale per Ampelio, i terribili vecchietti del Bar Lume ed il barrista Massimo quanto già detto per il commissario Montalbano. Sono una sicurezza.

Un tango per il duce, Marco Ferrari, Voland

E se Mussolini non fosse morto fucilato? Se si fosse rifatto una vita in Argentina, senza però smettere i sogni di gloria? Partendo da questo presupposto Ferrari ha creato un universo parallelo dove l’ironia coniugata all’umana pietas distruggono i miti di gloria del Fascismo e quelli revanscisti del neo-fascismo

Tutto questo ti darò, Dolores Redondo, Dea Planeta

Il Premio Bancarella, il premio dei librai pontremolesi che per molti anni ha fatto tappa anche a Carrara, va a premiare proprio i libri che vendono maggiormente. Da noi si è dimostrato è uno di quei premi letterari che sono ancora in grado di smuovere le copia.

Cosa resta di noi, Giampaolo Simi, Sellerio

E doppietta al novantesimo di Giampaolo Simi che piazza ben due titoli in classifica tra i libri più letti in questa estate 2018! Cosa resta di noi, il primo libro che ha pubblicato con Sellerio, è ambientato a gennaio, in una insolita Viareggio sotto la neve, e continua ad avere tanti lettori. Forse perché è un ottimo modo per entrare nella poetica, nei luoghi e nel modo di scrivere di Giampaolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *