Uncategorized

I libri più letti nell’estate 2019

La classifica dei libri più letti nell’estate 2019 qui nella nostra libreria arriva puntuale alla metà di settembre, quando gli ombrelloni spariscono dalle spiagge, le scuole iniziano ad aprire e già si discute di dove andare per boschi a fare i funghi.

Quella di raccontare quali sono i libri più letti nell’estate 2019 – discorso che vale anche per le annuali classifiche dicembrine – è una cosa che ci piace tanto.

Ci piace perché è un modo per osservare e condividere i gusti letterari, sia dei due librai che dei nostri lettori abituali.
Ci piace anche perché spesso e volentieri è un modo per ripercorrere le nostre presentazioni che, inutile girarci attorno, hanno principalmente due scopi. Uno è quello di fare conoscere di persona, sia al lettore che al libraio, quell’autore che ha scritto un libro che ha colpito. L’altro, naturalmente, è quello di vendere libri, cosa che piace tanto al libraio quanto allo scrittore.
Quando poi la presentazione riesce particolarmente bene si innesca quel giro virtuoso, altresì noto come passaparola: qualcuno compra il libro, lo legge (magari in spiaggia), gli piace, ne parla e… ed ecco che il titolo sale in classifica.
Allora bando alle ciance e andiamo a scoprire quali sono stati i libri più letti nell’estate 2019 nella nostra libreria.

  1. Titanic – Come Renzi ha affondato la sinistra di Chiara Geloni, Chiarelettere

    Quanto è bello quando il libro più venduto è quello di una nostra concittadina? Chiara Geloni ha raccontato in maniera precisa, magari certe volte pungente, ma sempre rigorosa, cosa è stato all’interno del PD la stagione della segreteria Renzi, quella che poi ha portato alla scissione di una parte del partito. Non era facile ricostruire gli ultimi anni del Partito Democratico, con tutte le rotture e polemiche che ha vissuto, ma lei lo ha fatto. E alla presentazione c’era una folla incredibile!

  2. Lena e la tempesta di Alessia Gazzola, Garzanti

    Una domenica di luglio Alessia Gazzola ha vinto il Premio Bancarella 2019 e il giorno dopo era con noi alle Palme a parlare di questo suo romanzo! Un romanzo forse più serio della serie de L’Allieva, che tocca temi più importanti e che sa di mare e di estate. Lei è una ragazza meravigliosa, che non vediamo l’ora di avere di nuovo con noi! Soprattutto dopo che ci ha un po’ anticipato la sua nuova protagonista, Costanza.

  3. Filastorta d’amore di Enrica Tesio, Giunti

    Enrica è Enrica, e da anni quando esce un suo libro noi siamo sempre entusiasti nell’averla con noi. Per questo libro di rime, di poesie e di racconti di vita non ha fatto una presentazione, ma un One Woman Show! Nella migliore tradizione della stand up comedy Enrica, in piedi, microfono la mano, ci ha deliziato, fatto ridere e commuovere per l’intera serata.

  4. Il cuoco dell’Alcyon di Andrea Camilleri, Sellerio

    Anche nella classifica dei libri più letti nell’estate 2018 c’era un Montalbano. Così quest’anno, benchè con uno spirito ben diverso, nostro e dei lettori, adesso che Camilleri non c’è più.

  5. M – il figlio del secolo di Antonio Scurati, Bompiani

    Non è vero che i premi letterari non servono a niente, scrivevamo l’anno scorso quando il libro più venduto fu La ragazza con la Leica di Helena Janeczek. Il Premio Strega spinge ancora le vendite, ma nel caso del libro di Scurati fino a un certo punto. Nel nostro piccolo possiamo dire che è un longseller perchè è dalla sua uscita, nell’autunno del 2018, che lo abbiamo venduto con continuità ed in quantità importanti.

  6. I leoni di Sicilia di Stefania Auci, Nord

    Forse la grande sorpresa letteraria di questa estate! Stefania Auci con i volumi -questo il primo- della saga dei Florio, la famiglia di origini calabrese che lega il suo nome alla Palermo dell’Ottocento e della Belle Époque, ci ha fatto ripetere un sacco di volte, ai clienti che tornavano appena finito il suo libro: “Mi spiace, il seguito non è ancora uscito!” Ora lo stiamo tutti aspettando!

    A pari merito con

    Il giardino dei mostri di Lorenza Pieri, E/O

    Le attese per questo libro che erano altissime, fin da quando ne avevamo avuto in mano le bozze a Tribuk 2019. Gli anni Ottanta, Capalbio e la Maremma, un certo tipo di tensione sociale, la nascita di quella meraviglioso luogo che è il Giardino dei Tarocchi di Niki de Saint Phalle: era un titolo che sapevamo sarebbe piaciuto moltissimo i nostri lettori. E così è stato. Lo abbiamo consigliato a tutti, come noi facciamo quando un libro ci fa innamorare.

  7. Un mondo migliore di Silvia Sereni, Bompiani

    Qui si parla di un mondo lontanissimo, nel tempo e nei modi, ma così vicino a noi. Silvia Sereni, figlia del poeta Vittorio, ricorda cos’era Bocca di Magra negli anni Cinquanta e Sessanta, quando su questo promontorio a due passi da noi si era formato spontaneamente un cenacolo di scrittori, di intellettuali, di persone di ingegno. Questo libro ci è caro anche perché gran parte delle persone raccontate erano amiche e si riunivano nella casa di Luigi ed Idina Biso, i nonni della Libraia.

  8. Tutto sarà perfetto di Lorenzo Marone, Feltrinelli

    Dopo quello di Alessia Gazzola, un altro romanzo con al centro una bellissima isola nel Mediterraneo, e i legami famigliari da riallacciare. Lorenzo Marone con questo romanzo divertente, emozionante e dolce ci racconta di un padre e di un figlio che finalmente, dopo tanti anni, si scoprono per come sono realmente. Accompagnati da un bassotto terribile.

  9. Una volta è abbastanza di Giulia Ciarapica

    Giornalista culturale, bookblogger, e adesso anche scrittrice: Giulia Ciarapica con il primo romanzo di una trilogia ci racconta le Marche, terra di scarpari, ma non solo. Nelle vicende delle due sorelle Annetta e Giuliana ripercorre la storia dell’Italia dal punto di vista economico, culturale e sociale, riuscendo a farci rivivere un passato che per certe cose è lontano anni luce, ma per altre è solo dietro l’angolo.

  10. Le signora in nero di Madeleine st. John, Garzanti

    Ancora una storia di donne, ancora negli Anni Cinquanta, ma questa volta in Australia. A Sidney i più grandi magazzini della città, dove trovare l’abito all’ultima moda, sono per quattro donne che lavorano anche l’unica occasione di indipendenza. Tra un party, un nuovo vestito e nuove consapevolezze, Lesley, Patty, Fay e Magda vivranno il momento magico in cui si decide chi si vuole essere davvero. 

    A pari merito con

    Niente caffè per Spinoza di Alice Cappagli, Einaudi

    Una favola colta e livornese è il primo romanzo di Alice Cappagli. Una donna scopre sé stessa e le proprie capacità andando oltre una vita grigia e piena di insoddisfazione frequentando un vecchio insegnante di filosofia. Come Diogene con la lampada, questi le apre gli occhi sul mondo che la circonda, offrendole gli strumenti per capirlo, armato solo dei pensieri dei filosofi della tradizione occidentale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *