Recensioni

I nostri libri per l’estate 2020

Libri_estate_2020

Estate, tempo di vacanze, di relax, magari di mare o di montagna… e sicuramente di libri per l’estate 2020!
Questo è stato un anno strano, non servirebbe nemmeno dirlo: un anno dove siamo stati costretti in casa per lungo tempo, e dove forse la voglia di leggerezza e di evasione, dopo quello che è successo, è aumentata.
Sarà, dicono tutti, una estate 2020 all’insegna delle vacanze di prossimità: ci sposteremo poco, forse, e riscopriremo le bellezze dell’Italia più vicina a noi.
E magari lo faremo leggendo, perché in estate si legge di più, dicono le statistiche.

Sotto all’ombrellone, in riva al lago, in lunghi viaggi in treno, aereo o traghetto, cosa c’è di meglio che avere una scorta di libri da leggere in questa estate 2020?
Avere una scorta di ottimi libri da leggere!
Scelti e raccontati solo dopo averli realmente letti.

E con questo si spiega perché la nostra guida per i libri per l’estate 2020 arrivi solo ad agosto (proprio come nel 2018 e pure nel 2019): dopo un sacco di letture, libri bevuti in un solo sorso come acqua fresca, e libri mollati dopo le prime pagine.
(Sì, anche noi lasciamo i libri che non ci piacciono: è un diritto, come scrive Pennac ne I dieci diritti del lettore)
E soprattutto dopo che tutti i libri che dovevano essere pubblicati dalle case editrici sono stati pubblicati.
Perchè suona bene ed invoglia parlare di libri per l’estate già a giugno, ma a fare allora una lista si taglia per forza fuori tutto il buono che viene pubblicato a luglio.
Bando alle ciance, quindi, ed ecco i nostri libri per l’estate 2020. In rigoroso ordine alfabetico per autore.

Myra sa tutto di Luigi Ballerini, Il Castoro

Ecco un distopico per ragazzi abbastanza inquietante che dovrebbero leggere anche gli adulti. In un futuro prossimo, che assomiglia sempre di più alla nostra contemporaneità, un onnipresente assistente personale intelligente (una sorta di Alexa o di Siri) ha quasi soppresso il libero arbitrio della popolazione, mentre i libri sono roba vecchia e soppressa. Mentre qualcuno trae profitto dai dati che condividiamo sulle app, dei ragazzi capiscono che bisogna ribellarsi e lo fanno nella maniera più tradizionale possibile.

Morti ma senza esagerare di Fabio Bartolomei, Edizioni E/O

Al ritorno dal funerale dei suoi genitori Vera si addormenta in casa loro: al risveglio se li trova davanti, fantasmi consapevoli e solerti. Questa piccola favola nera pur muovendosi sempre sul tono della commedia è un apologo struggente sull’essere genitori, e sull’importanza di andare avanti.

Il morso della vipera di Alice Basso, Garzanti

Inizia qui la nuova saga della bravissima scrittrice che ci ha fatto conoscere Vani Sarca. Un po’ giallo e un po’ commedia, ambientato nel 1935 a Torino, ha per protagonista Anita, testarda e intuitiva dattilografa, che non vuole ancora diventare una madre di famiglia come chiede il Regime e si trova invischiata in un cold case che va anche a lambire figure del panorama politico dell’epoca.
Lo presenteremo all’interno della rassegna Salotti d’Autore sabato 22 agosto alle 21.00

Riccardino di Andrea Camilleri, Sellerio

Ad un anno dalla morte del grande scrittore possiamo finalmente scoprire come Camilleri decise di terminare le vicende del Commissario Montalbano. Scritto nel 2005 e rimaneggiato nel 2016, sono in vendita sia la sola edizione definitiva che la raccolta delle due versioni.

Ricordati di Bach di Alice Cappagli, Einaudi

Ecco un grande e appassionato romanzo di formazione: la giovane Cecilia per diventare musicista scopre che non basta l’amore per la musica, ma serve la dedizione, la forza di volontà e accettare tutti i sacrifici da compiere. In questo percorso che durerà anni e che la porterà al limite delle sue forze fisiche sarà aiutato da un maestro di musica luciferino.
Lo presenteremo all’interno della rassegna Salotti d’Autore sabato 29 agosto alle 21.00

Echi in tempesta di Christelle Dabos, Edizioni E/O

Termina la saga dell’Attraversaspecchi: Ofelia e Thorn si uniscono per cercare di salvare il loro mondo, e svelare cosa lo sta facendo lentamente implodere. Questa ultima parte della loro storia è estremamente cupa e violenta: avremo tutte le risposte alle nostre domande, ma ai due protagonisti e ai comprimari non sarà risparmiato nulla. Perché la conoscenza ha sempre un prezzo da pagare.
Qui la nostra recensione.

Per antiche strade di Mathijs Deen, Iperborea

Nell’anno del covid19, nell’anno in cui non ci si poteva spostare, tra i libri per l’estate 2020 questo non può mancare! Un po’ romanzo storico, un po’ saggio e un po’ reportage giornalistico, l’autore partendo da figure minori se non sconosciute della storia ci fa riscoprire antiche strade ed antichi viaggi. Briganti e pellegrini, soldati e attori, ma anche calderoni d’argento e automobili hanno percorso chilometri e chilometri di strade europee: il viaggio di ognuno di loro racconta un po’ la storia del nostro continente. 
Qui la nostra recensione.

Il gioco della vita di Mazo de la Roche, Fazi

Nel secondo volume della strepitosa saga di Jalna, il long seller più amato in Canada, la famiglia Whiteoak continua ad essere deliziosamente scorretta, litigiosa, esagitata e sopra le righe. Sanguigni ed appassionati, sono un clan che in questo volume subiscono un cambiamento veramente epocale: la centenaria e cattivissima nonna Adeline muore, dopo avere tenuto tutti in sospeso su chi sarà l’unico beneficiario di tutta l’eredità.

L’enigma della camera 622 di Joel Dicker, La nave di Teseo

Pronti a leggere un giallo che rinverdisce la tradizione europea del feuilleton? C’è uno scrittore imbranato che vuole indagare su un cold case, intrighi all’ombra delle banche, travestimenti, e colpi di scena si intersecano con la vita stessa dello scrittore Joel Dicker.
Qui la nostra recensione.

Il maratoneta di William Goldman, Marcos y Marcos

Se avete visto il film con Dustin Hoffman e Laurence Olivier avrete d’allora paura del dentista, ma non temete: il libro fa molta più paura. Nazisti in fuga, diamanti, ingenui studenti che vogliono correre la maratona, tensioni sociali e sicari: ci sono tutti gli elementi per rendere questo thriller una lettura che tiene sempre altissima la tensione.
Qui la nostra recensione.

L’ottava vita (per Brilka) di Nino Haratischwili, Marsilio

Un grande romanzo storico e una potente saga familiare che unisce lo sguardo ampio e solenne della letteratura russa a quel pizzico di realismo magico del Sudamerica. Nella famiglia Jashi si conserva una ricetta segreta per fare la cioccolata che accompagnerà, correggendone anche il destino, per tutto il secolo breve le donne di questa famiglia dai tempi dello Zar fino al nuovo millennio.

La strada di casa di Kent Haruf, NN Editore

Per l’ultima volta si torna a Holt. L’ultimo libro scritto da Kent Haruf è un grande romanzo che, in maniera tenera ma e implacabile, racconta come l’umanità sa essere fragile, ostinata e tenace. Il ritorno a bordo di una cadillac di Jack ad Holt, dopo otto anni, dà avvio ad un romanzo epico che canta la semplice vita di provincia dove le passioni scorrono forti e dove nessuno dimentica.

Verso casa di Assaf Inbari, Giuntina

Si può raccontare la storia di una nazione attraverso un luogo? Certo, se parliamo di Israele e del kibbutz, l’esperimento socialista e collettivista che ha caratterizzato questa nazione da prima ancora la sua nascita nel 1947. Seguendo le vicende di un gruppo di ebrei sovietici, e dei loro figli, che vivono e lottano nel kibbutz percorriamo sessanta anni di storia israeliana: guerre, utopie non realizzate, fallimenti, incomprensioni e contraddizioni raccontano una realtà complessa e certe volte contraddittoria.

Ai sopravvissuti spareremo ancora di Claudio Lagomarsini, Fazi

In una città di provincia, che potrebbe essere qualsiasi città di provincia italiana, torna un giovane uomo dopo molti anni: questa è l’occasione per provare a chiudere una parte della sua vita e scendere a patti con il passato. Ritrovare per caso un vecchio quaderno sarà l’inizio di un racconto doloroso che spazia tra presente e passato, incentrato sul dolore, sulle dinamiche familiari e su ciò che ci portiamo dentro.

Caccia alle ombre di Herbert Lieberman, Minimum Fax

Se volete rabbrividire davanti a un thriller duro, scorretto, teso e magistrale, allora dovete mettere questo in valigia tra libri per l’estate 2020! Un killer, o forse più di uno aggrediscono, brutalizzano, uccidono e poi lasciano una inconfondibile firma: due uomini, uno all’opposto dell’altro, indagano. Frank Mooney, il grasso e testardo protagonista dello struggente Il fiore della notte deve collaborare con l’odioso e geniale anatomopatologo Paul Konig, protagonista di Città di morti. La chiusura del cerchio perfetta per una grande trilogia!

I cieli di Philadelphia di Liz Moore, NN Editore

Philadelphia è uno dei luoghi al mondo con la più alta mortalità per eroina. Questa è la storia di due sorelle: una è una poliziotta, l’altra è una tossicomane che si prostituisce, e che da un po’ non si vede in giro. A un certo punto qualcuno a Philadelphia inizi uccidere le prostitute. Micky deve trovare il colpevole, salvare la sorella, e possibilmente anche mettere in ordine la sua vita, ricostruendo proprio il rapporto con la suddetta sorella, che di farsi salvare o trovare da lei non ne ha affatto voglia.
Qui la nostra recensione.

Il primo disastroso libro di Matt di Francesco Muzzopappa, DeAgostini

Tra i libri per l’estate 2020 non possiamo tralasciare questo, il libro per ragazzi perfetto da far leggere a qualsiasi preadolescente, anche e soprattutto se non ama leggere! Un libro con una morale che riesce ad essere ugualmente divertente e spassoso che sta piacendo proprio a tutti i nostri giovani lettori.

L’estate dei fantasmi di Lawrence Osborne, Adelphi

Due ragazze giovani, ricche ed annoiate sono oppresse dal dover passare una intera estate nella villa su una isola greca che le rispettive famiglie hanno affittato. Gironzolando per le spiagge trovano quello che sembra essere un siriano in fuga dalle guerra, e scelgono di trasformare il ragazzo in un’avventura ed in un moto di ribellione contro il benessere in cui sono cresciute. Cosa potrebbe andare storto?

Spillover di David Quammen, Adelphi

Sicuramente questa è una delle letture necessarie quest’anno. Con questo saggio del 2012 il ricercatore e divulgatore americano raccontava cosa sono e come si sviluppano epidemie e pandemie e anticipava che, per le nostre sempre maggiori ingerenze con il mondo animale, una pandemia globale sarebbe arrivata con certezza a breve.
Qui la nostra recensione.

L’estate di Piera di Giampaolo Simi e Piera degli Espositi, Rizzoli

Questo giallo scritto a quattro mani e ambientato in una Roma caldissima unisce le suggestioni de La finestra sul cortile a quelle di Delitto e castigo. Un giovane rampante tuttofare di un politico, una coriacea testarda attrice e un poliziotto fuori luogo incrociano le loro esistenze nella afosa estate romana, perché forse qualcuno ha gettato un cadavere in un pozzo.
Lo presenteremo all’interno della rassegna Salotti d’Autore sabato 1 agosto alle 21.00

Fiore di roccia di Ilaria Tuti, Longanesi

Con una prosa appassionata in questo romanzo storico Ilaria Tuti ci fa conoscere le vicende delle portatrici carniche, eroine dimenticate della Prima Guerra Mondiale. Agata Primus, personaggio inventato, rappresenta tutte quelle donne che aiutarono gli uomini nelle trincee, trasportando nelle loro gerle e lungo sentieri impervi viveri e munizioni camminando per ore nella neve, riportando spesso a valle i cadaveri dei soldati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *